L’S & P 500 apre leggermente al ribasso, le azioni energetiche continuano a sottoperformare

Negli ultimi tempi il mercato azionario è diventato così tanto una scommessa che molti investitori si stanno rivolgendo alle azioni energetiche per realizzare un profitto. Ma mentre l’S & P 500 apre leggermente al ribasso, le azioni energetiche continuano a sottoperformare, nonostante il fatto che i prezzi del petrolio siano scesi al minimo storico.

Se stai cercando uno stock di energia in cui entrare, cerca una società energetica che si trova sulla Borsa di New York. Il NASDAQ non elenca le società energetiche, sebbene ci siano un paio di eccezioni a questa regola. In ogni caso, dovresti trovarne uno con una significativa esperienza nella produzione e nell’uso del petrolio, oltre a una storia di buona gestione finanziaria e un bilancio stabile.

I due principali titoli energetici che si sono aperti in modestamente al ribasso quest’anno sono Chesapeake Energy (CHK) e Exxon Mobil (XOM). Possiedono anche beni nelle sabbie bituminose del Texas, in Messico e in Canada. Chesapeake ha visto le sue azioni diminuire di oltre il 30% da febbraio e ora viene scambiato a meno di $ 40 per azione.

La più grande area di opportunità per gli investitori interessati alle sabbie bituminose è la produzione di bitume, o petrolio greggio dalle sabbie bituminose del Canada. È una merce molto preziosa, ma poiché il prezzo del petrolio è sceso, è diminuita anche la redditività della produzione di bitume di sabbie bituminose.

Tuttavia, alcuni analisti affermano che esiste ancora un’enorme opportunità per gli investitori in sabbie bituminose, soprattutto se i prezzi rimangono bassi. Se i prezzi del petrolio aumenteranno nel breve termine, i produttori di sabbie bituminose potrebbero essere in grado di catturare parte dell’aumento della domanda e aumentare la loro redditività. Se i prezzi del petrolio restano sotto i 40 dollari al barile, tuttavia, la maggior parte degli investitori vorrebbe probabilmente evitare le compagnie petrolifere. Questo perché anche se i prezzi aumentano, è improbabile che le società di sabbie bituminose vedano un aumento dei ricavi, perché il costo di produzione del bitume è elevato.

Si spera che questa breve valutazione dello stato dell’economia aiuti a far luce su ciò che sta accadendo in borsa rispetto all’S & P 500. Il prossimo post di questa serie discuterà come alcuni dei più noti petrolio le aziende stanno facendo.

La prima cosa che la gente dovrebbe sapere quando l’S & P 500 si apre leggermente al ribasso è che il settore energetico non è il solo a sperimentare una recessione. Molte aziende che hanno avuto buoni risultati in passato, come General Electric (GE) o Bank of America (BAC), hanno perso la loro posizione di titoli con le migliori performance. Gli investitori vorranno evitare le società coinvolte nella produzione di sabbie bituminose o raffinerie di petrolio. Se un’azienda è coinvolta nella produzione di petrolio, è importante considerare la sua stabilità finanziaria, nonché la redditività complessiva dell’azienda e la sua capacità di generare flussi di cassa.

Quando l’S & P 500 si aprirà leggermente al ribasso, è probabile che anche il settore energetico subirà perdite significative. Ma per alcuni investitori i vantaggi dei prezzi più bassi dei titoli energetici sono controbilanciati dagli aspetti negativi del calo del prezzo del petrolio. Ma molti investitori trarranno vantaggio dal fatto che il calo dei prezzi potrebbe rendere i loro portafogli più attraenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *